Se t’inquadrerò in un sogno

Ti inquadrai incrociata fra altari di specchi,

sospesa nel telo, come un angelo perlaceo

racchiude il suo talento: l’innocenza.


Codesta è l’effigie che si rivela in un’ondata d’acciaio.


Portasti con te lo sguardo che conduce

dove sorgono vaporose suggestioni

e dondola della vita quale culla?


L’isola che l’inganno insinua nella mente

sommerge i crucci antichi a favore di un sogno,


e rende la vita un ritorno in stallo.


Ma questo posso dirti

se t’inquadrerò in un sogno,

che la tua anima racchiusa nella sonnolenza dell’eterno

non potrà impedire a nuove aurore l’abbaglio.


DaMosaico“, raccolta di poesie, Catania 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...